04 novembre, 2014

DX Code of Conduct

DX Code of Conduct, ovvero: un pò di etica.

dx code of conduct

Ormai ad ogni DX Pedition si aprono guerre tra chi chiama indiscriminatamente senza rispettare gli split, senza ascoltare, giù di "kilowatt" e tanti saluti a tutti... altri si sgolano a gridare "UP" o, peggio, ad insultare. Il risultato lo sentiamo ogni giorno: CASINO. Casino e basta.

DX Code of Conduct nasce da un'idea di un gruppo di OM Americani per cercare di riportare un minimo di "calma" nelle nostre bande. Sinceramente, lo approvo in pieno.

Ecco cosa recita:

Io ascolterò, ascolterò ed, ancora, ascolterò.
Io chiamerò la stazione DX solo quando sarò in grado di riceverla chiaramente.
Io non mi fiderò ciecamente del cluster e mi sincererò del nominativo della stazione DX prima di iniziare a chiamare.
Io non interferirò nè con la stazione dx nè con chi la stia collegando e non accorderò sulla sua frequenza o sulla/e frequenza/e di QSX.
Io aspetterò che la stazione DX abbia finito il QSO prima di chiamarla.
Io chiamerò sempre usando il mio nominativo completo.
Io, dopo aver chiamato, ascolterò per un congruo intervallo di tempo. Non chiamerò di continuo.
Io non trasmetterò quando l'operatore DX risponderà ad un'altra stazione.
Io non trasmetterò quando l'operatore DX cercherà di rispondere ad una stazione con un nominativo diverso dal mio.
Io non trasmetterò quando la stazione DX chiamerà un'area geografica diversa dalla mia.
Quando l'operatore DX mi avrà risposto, io non ripeterò il mio nominativo se sarò già sicuro che egli l'abbia correttamente ricevuto.
Io sarò grato per il collegamento effettuato.
Io rispetterò i miei colleghi radioamatori ed agirò in modo da guadagnare il loro rispetto.

 

Poche semplici regole che non fanno male a nessuno, anzi...

Per maggiori informazioni: http://www.dx-code.org/

 

(Fate i bravi)

Nuovo commento